Giovanni Pascoli

(vita, poetica e opere)

La Vita

Nato il 31 Dicembre del 1855

La sua infanzia

Morte del padre

Arresto

Morto nel 1912 a Bologna

La Poetica e il suo pensiero

La Poetica del fanciullino

Il tema della morte (approfondimento nell'assiuolo, Myricae e Gelsomino Notturno)

Il fonosimbolismo

Alcune delle sue principali opere

Il tuono

E nella notte nera come il nulla,

a un tratto, col fragor d'arduo dirupo
che frana, il tuono rimbombò di schianto:
rimbombò, rimbalzò, rotolò cupo,
e tacque, e poi rimareggiò rinfranto,
e poi vanì. Soave allora un canto
s'udì di madre, e il moto di una culla.


Lavandare

Nel campo mezzo grigio e mezzo nero

resta un aratro senza buoi, che pare
dimenticato, tra il vapor leggero.

E cadenzato dalla gora viene
lo sciabordare delle lavandare
con tonfi spessi e lunghe cantilene.

Il vento soffia e nevica la frasca,
e tu non torni ancora al tuo paese!
Quando partisti, come son rimasta!
Come l’aratro in mezzo alla maggese.

L'aratro di Vincent Van Gogh

Comment Stream