Soldati

Di Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti e l' ermetismo

Giuseppe Ungaretti nato ad Alessandria d' Egitto nel 1888 da genitori Italiani. Nel 1912 si trasferì a Parigi dove frequentò l' università, ma la sua vere e propria carriera da poeta iniziò quando allo scoppio della 1° guerra mondiale si arruolò nell' esercito Italiano. E come se fosse un diario lui scriveva poesia su poesia, con luogo e data di scrittura. La scrittura infatti era l' unico modo per i soldati di restare in qualche modo estranei alla guerra e pensare a casa o a i propri cari. Le poesie di Ungaretti sono ben distaccate dai canoni della poesia classica. Infatti la sua poesia non si concentra sulla spiegazione dei versi o sulle figure retoriche, ma su parole al cui interno è contenuto il significato dell' intero verso.

L' ermetismo è la corrente letteraria a cui appartiene Giuseppe Ungaretti, corrente letteraria che si basa su versi sintetici, composti parole che contengono moltissimo significato. La corrente letteraria si chiama ermetica appunto perchè non descrive, i contenuti, non li esplicita, ma pone le sue radici su parole e sulla musicalità tra esse, per rievocare immagini o sentimenti nella mente del lettore.

SOLDATI

Bosco di Courton luglio 1918

Si sta come

d'autunno

sugli alberi

le foglie

Commento

La poesia secondo me vuole trasmettere la fragilità psicologica e fisica dei soldati. Perchè, dietro quelle trincee, se tiravi su la testa i cecchini nemici ti sparavano, proprio come una foglia spazzata via dal vento autunnale. La debolezza psicologica dei soldati dietro le trincee, ridotti a condizioni terrificanti è appunto un' altro dei messaggi di questa poesia. Condizioni che si possono adattare a qualsiasi situazione di guerra, non solo nell' ambito della prima guerra mondiale. La poesia mi ha stupito perchè di solito nelle poesie il titolo serve solo per dare la voglia di leggere al lettore. Ma in questa poesia il titolo è parte integrante del testo, senza di esso le parole che seguono non si riuscirebbero a capire. Perchè dicendo: "Si sta come le foglie sugli alberi d' autunno" non si capirebbe, secondo me il "succo" della poesia. Perchè se non si sa niente di chi l' ha scritta e ti scrivono 4 versi così fai fatica a capirli. Invece grazie al titolo, basta impegnarsi un po', per capire la poesia ed il significato che ogni parola, posizionata all'interno dei quattro versi da Ungaretti cela al suo interno. Una cosa particolare di questa poesia è che mi ricordo ancora la prima volta che l'ho sentita, e continua a girarmi in testa mentre cerco altri significati di quei 4 versi. Il poeta usa una ripetizione del suono "S"(Soldati, si sta, sugli) a mìo parere per riprodurre il suono del vento, il vento che nella sua poesia spazza via i soldati rappresentati dalle foglie sui rami. Trovo che riuscire a mettere così tanto significato in sole 9 parole sia veramente difficile, e veramente notevole contando che sono state scritte dietro una trincea.

Comment Stream