la polonia

CONFINI:

la Polonia confina a ovest con la Germania a est con l'Ucraina, la Bielorussia e la Lituania a sud con la Repubblica Ceca e la Repubblica slovacca a nord con il mar baltico

TERRITORIO:

la Polonia si divide in due aree geografiche : a nord quella delle pianure e a sud quella degli altopiani. La pianura Polacca è la continuazione del bassopiano germanico. Nelle regioni della Pomeriana e della Masuria si estendono molte foreste interrotte da numerosi laghi. I monti più importanti sono i Sudeti i Carpazi Occidentali e i Tatra. I fiumi principali sono la Vistola e l'Oder entrambi sfociano nel mar Baltico. innumerevoli sono i laghi i principali sono lo Sniardwy e il Mamry. Le coste sono basse e sabbiose.    

CLIMA:

il clima e di tipo continentale; leggermente mitigato lungo le coste del mar baltico

SUPERFICIE (kmq):312.685

POPOLAZIONE (ab.):38.173.835

DENSITà (ab./kmq): 122

CAPITALE : Varsavia

ORDINAMENTO : repubblica

LINGUA UFFICIALE :polacco

RELIGIONE : cattolica, ortodossa

ISU : 0,858

UOMINI:

la comunità ebraica polacca che contava 3 milioni di persone dopo la seconda guerra mondiale è stata ridotta a poche migliaia. oggi quasi tutta la popolazione(90%) è di etnia slava, la lingua ufficiale è il polacco mentre la religione più diffusa è quella cattolica , vi sono minoranze ortodosse e protestanti.

INSEDIAMENTI:

La Polonia è uno dei grandi stati d'Europa, tuttavia alla fine degli anni novanta ha subito una forte emigrazione.

Varsavia la capitale si trova al centro del paese lungo le rive della Vistola è il centro amministrativo e culturale del paese. Cracovia è un importante centro industriale. altre città importanti sono Lodz, Breslavia, Danzica e Stettino.

Attività :

SETTORE PRIMARIO

l'agricoltura e l'allevamento sono sviluppati. la Polonia ha il primato europeo per la produzione delle patate e l'allevamento dei cavalli. ha inoltre elevate produzioni di barbabietole, suini e bovini. il paese è una dei produttori mondiali di zolfo e antracite.

SETTORE SECONDARIO

Le industrie principali sono quelle automobilistiche, chimiche e farmaceutiche, tessili. anche la cantieristica navale è sviluppata.

SETTORE TERZIARIO

il turismo è molto sviluppato dal punto di vista storico, naturalistico e religioso.

STORIA

la Polonia riacquistò la sua indipendenza dopo la prima guerra mondiale. durante la seconda guerra fu sotto giogo nazista fino alla fine di essa. governata  da un governo comunista fino al 1989 quando ci furono le prime elezioni libere. Nel 2004 è entrata nella UE.

TRADIZIONI

importantissime sono pertanto le celebrazioni religiose nella tradizione del Paese.
Il folklore della Polonia è fatto di diverse tradizioni che arrivano sino ai primi avvenimenti storici della nazione; da piccole leggende polacche all’allegria popolare della gente di questa fertile terra.

PIATTI TIPICI

-Chlodnik, minestra fredda di latte cagliato con foglie di barbabietola, erba cipollina ed altre verdure fresche, come cetrioli ravanelli;
-Ogorkowa, minestra di cetrioli in salamoia;
-Kapusniak, minestra di cavoli in salamoia.

Piatti tradizionali polacchi:
-Pierogi, raviolini quadrati di solito con ripieno di formaggio, frutta, funghi, cavoli, e molti altri tipi di ripieno;
-Bigos, il piatto più famoso ed antico, e cioè uno stufato di carne, cavoli e crauti, arricchito con prugne secche ed altre spezie, che ha diverse varianti
-Golabki, involtini di cavolo con ripieno di carne o riso;
-Pyzy, grossi gnocchi di patate con o senza ripieno di carne;
-Karp, carpa in gelatina o fritta;
-Piatti di selvaggina: arrosto di lepre, capriolo, cinghiale e di uccelli selvatici.

Dolci polacchi:
-Makowce: paste dolci fatte con semi di papavero
-Pierniki: dolci al miele
-Mazurki: fatti di pasta frolla e frutta secca
-Serníki: con ricotta

Comment Stream