I trattati di pace dopo la Seconda guerra mondiale.

Dal 17 luglio al 2 agosto 1945 si tenne la CONFERENZA DI POTSDAM. Vi parteciparono gli USA con il presidente Truman, l'URSS con Stalin ed il Regno Unito con il primo ministro Churchill.

In questo incontro furono confermati gli accordi presi durante la CONFERENZA DI YALTA (4-11 febbraio 1945), ovvero fu deciso che la Germania fosse disarmata e divisa tra i vincitori e che i popoli liberati dal nazismo fossero liberi di scegliere il loro futuro. Tuttavia l'Europa fu divisa in due zone di influenza: la parte orientale fu affidata all'URSS mentre quella occidentale agli anglo-americani.

Durante le CONFERENZA DI POTSDAM, inoltre, il presidente americano Truman lanciò un ultimatum al Giappone: se non si fosse arreso, non avrebbe evitato "una immediata e totale distruzione".

Il 6 ed il 9 agosto 1945, infatti, furono sganciate due bombe atomiche sulle cittadine giapponesi Hiroshima e Nagasaki.

La conferenza di Parigi

Fra luglio e ottobre del 1946 si tenne a Parigi la conferenza di pace decisiva per l'assetto dell'Europa dopo la Seconda guerra mondiale.

Queste le principali decisioni che furono prese:

La Germania veniva divisa in quattro zone di occupazione: americana, francese, inglese e russa.

La Germania non solo perse tutti i territori conquistati ma cedette alla Polonia anche la Prussia orientale.

La Polonia dovette cedere all'URSS alcune delle sue regioni orientali. Restarono agli URSS anche gli stati baltici dell'Estonia, Lettonia e Lituania.

L'Austria resto occupata fino al 1955. Tornata indipendente, fu obbligata alla neutralità.

L'Italia, grazie al movimento interno della Resistenza, non fu trattata come un paese sconfitto ma comunque dovette cedere alla Jugoslavia l'Istria e una parte della Venezia-Giulia (compresa la città di Fiume) e rinunciare alle colonie. Trieste divenne un territorio libero fino al 1954.

Cosa successe poi alla Germania?

La divisione in quattro parti era molto difficile da gestire.

Nel 1949 le zone controllate da regno Unito, Francia e USA si uniscono nella REPUBBLICA FEDERALE TEDESCA (RTF), mentre la zona occupata dall'URSS diventa la REPUBBLICA DEMOCRATICA TEDESCA (RDT).

La città di BERLINO, il cui territorio si trova interamente nella RDT, viene divisa in due parti, una controllata dall'URSS, l'altra dagli anglo-americani.

Nel 1961 viene costruito il MURO DI BERLINO.

Per ricapitolare...

Comment Stream