Le variabili

In tutti i linguaggi di programmazione le variabili rivestono un ruolo fondamentale.
Le variabili dell'informatica sono una sorta di "CONTENITORI" che al loro interno
possono contenere numeri interi, numeri a virgola mobile, caratteri di testo ecc.

Tipi di variabili

La dichiarazione di una variabile in C può avvenire sia all'inizio del programma dopo main() e la parentesi graffa sia prima di main() ed il formato della dichiarazione è :
tipo nome_variabile;
La dichiarazione deve finire sempre con il punto e virgola.
Possiamo anche assegnarle un valore iniziale, in questo modo:
tipo nome_variabile = valore_iniziale;

Il tipo di una variabile ne definisce la sua dimensione e l’insieme di operazioni che si possono effettuare su di essa. Ecco i principali tipi ammessi dal C:

Le dichiarazioni delle variabili dello stesso tipo possono essere effettuate in sequenza separate da una virgola.
I nomi delle variabili devono:

  • iniziare con una lettera o con il carattere _
  • possono contenere lettere, cifre e .
  • le lettere maiuscole sono considerate diverse dalle corrispondenti minuscole
  • non può essere usata una parola chiave del linguaggio né può essere uguale a un nome di funzione.

Stampa dei valori delle variabili

È anche possibile usare le variabili in funzioni come printf(). Ad esempio:
int x = 3;
printf ("x vale %d",x);
L'output sarà:
x vale 3
La stringa di formato %d dice al compilatore di stampare la variabile intera posta fuori i doppi apici "" dopo la virgola. In questo caso stampa il valore di x, che è proprio 3. Ecco i formati di stringa principali usati per stampare i principali tipi di variabili:

Esempio

Operazioni sulle variabili

È possibile fare con le variabili ogni tipo di operazione matematica elementare: addizione (+), sottrazione (-), moltiplicazione (*), divisione (/), resto della divisione (%).

Esempio

Comment Stream