L'eroica morte del rivoluzionario

La morte di Marat, Jacques-Louis David, 1793, olio su tela, Museo reale della Belle Arti del Belgio, Bruxelles

Jean Paul Marat viene qui rappresentato morto nella sua vasca da bagno, dopo essere stato ucciso da Charlotte de Corday, nobile fervente delle idee girondine. Marat, medico rivoluzionario, giacobino, venne considerato l'esempio del ivoluzionario senza interesse e chiamato quindi "L'Ami du peuple". David, autore del dipinto e suo intimo amico, gli rende onore ritraendolo nel momento di massimo eroismo , mostrandone la sobrietà e povertà nell'arredamento della stanza, testimonianza di una virtuosità non comune tra gli uomini, che eleva Marat al di sopra di tutti gli uomini. David lo paragona quasi a Gesù, nella Pietà o nella Deposizione, lasciando cadere il braccio, di cui viene sottolineata la forza e la potenza, fuori dalla vasca, mentre tiene in mano ancora la penna con cui stava scrivendo.

David riesce a raffigurare non solo l'uomo, ma anche il suo forte ideale rivoluzionario, realizzando un quadro che rispetta pienamente l'equilibrio, la compostezza e l'impianto figurativo tipici del Neoclassicismo,riuscendo allo stesso modo a rendere il senso di potenza, di forza spirituale e anche di morte,c on il fondo scuro e l'enorme spazio vuoto a destra.