Cineforum 2013

Sala della Comunità «Padre Luigi Rosa»

Parrocchia Sant'Ambrogio  - Lonate Pozzolo (VA)

presso Oratorio Maschile "don Antonio Tagliabue"
via Papa Giovanni, XXIII, 59 - LONATE POZZOLO (VA)

Proiezioni alle ore 21.00

Ingresso: 3,00 €

sabato 2 febbraio

Il Cammino per Santiago

Trama del film "Il cammino per Santiago"
Tom Avery, un padre americano si reca in Francia per recuperare il corpo del figlio morto in una tempesta sui Pirenei durante il viaggio "El Camino de Santiago" dalla Francia a Santiago de Compostela (Spagna).

USCITA CINEMA: 29/06/2012
GENERE: Azione, Commedia, Avventura
REGIA: Emilio Estevez
SCENEGGIATURA: Emilio Estevez
ATTORI: Emilio Estevez, Martin Sheen, James Nesbitt, Deborah Kara Unger, Joaquim de Almeida, Yorick van Wageningen, Tchéky Karyo, Spencer Garrett, Antonio Gil Ruoli ed Interpreti
FOTOGRAFIA: Juan Miguel Azpiroz
MONTAGGIO: Raul Davalos
MUSICHE: Tyler Bates
PRODUZIONE: Elixir Films, Filmax Entertainment
DISTRIBUZIONE: 01 Distribution
PAESE: USA 2010
DURATA: 123 Min

Uno dei concetti sempre più difficile da delineare nel cinema americano è quello di cinema indipendente. Bisogna considerare il budget del film o un presunto stile magari codificato “sundance style”? Forse potremmo invece analizzare quanto un autore riesce ad esprimere un proprio stile, formale e contenutistico, in maniera talmente personale da essere riconoscibile, nel bene e nel male.
La visione del nuovo film di Emilio Estevez fa venire in mente queste considerazioni con il suo approccio così sincero, un cinema di umanità intimamente connesse, che siano nel contesto pubblico della politica come in Bobby o nel rapporto padre e figlio interrotto da tempo e che paradossalmente solo la morte riuscirà a rendere pieno e compiuto de Il cammino per Santiago, terza collaborazione, su quattro regie, con il padre Martin Sheen.

Sì perché parliamo di uno più puri esempi di clan famigliare ancora attivo ad Hollywood. Così come i Coppola gli Sheen/Estevez anche nel loro lavoro pongono una grande attenzione alla famiglia. Martin Sheen qui è protagonista assoluto, quasi ogni fotogramma o primo piano lo vede presente nei panni di unoculista di successo che interrompe la sua quieta e agiata vita in California per andare a riprendere il corpo del figlio ribelle morto per un incidente in montagna durante un viaggio in giro per il mondo che lo aveva portato ad iniziare il cammino di Santiago. Il pellegrinaggio per eccellenza, con una storia millenaria, lungo 900 km, che nei secoli è passato da una esclusiva valenza cattolica a rito di espiazione e purificazione ormai trasversale, che unisce slanci religiosi con volontà di rinascita personale quando non sfumature hippie.

Nato come tentativo disperato di un padre di conoscere meglio il figlio completando quel cammino che lui aveva solo appena iniziato, quindi viaggio personale, solitario, di elaborazione di un lutto, si scontra contro l’inevitabile pulsione, prima respinta, poi accettata suo malgrado, alla socialità. Un olandese, una canadese e uno scrittore in crisi creativa diventeranno i suoi compagni di viaggio. In questo il padre arroccato nei suoi privilegi e nel suo isolamento sui green della California sembra molto l’America, poco curiosa dell’altro distante un oceano e molto dell’altro che arriva in casa. Il mondo per Martin Sheen assumerà contorni più delineati, riconoscibili, così come il figlio che gli apparirà letteralmente lungo la strada quasi a suggerirgli un altro modo di vivere e concepire la vita.

Un po’ forzato nel cercare un accomodante sincretismo religioso e spirituale Il cammino di Santiago è certamente imperfetto, qualche volta inciampa nel folklore e nello stereotipo e qua e là la retorica prende il sopravvento, ma si fa ben volere. Un oggetto particolare, poco etichettabile, lontano dai ritmi consolidati e più o meno frenetici del cinema contemporaneo, così come il Cammino lo è dalla vita metropolitana.

Pubblicato il 28/06/2012
Mauro Donzelli

sabato 9 febbraio

Le Nevi del Kilimangiaro

Trama del film "Le nevi del Kilimangiaro"
Nonostante sia stato appena licenziato, Michel è felice accanto alla sua Marie-Claire - alla quale è legato da trent'anni - e ai loro figli, nipoti ed amici più cari. Un giorno, la felicità di Michel e Marie-Claire viene spezzata da due uomini armati e mascherati che fanno irruzione nella loro casa e dopo averli picchiati e legati, li derubano. In seguito, quando Michel e sua moglie scoprono che l'aggressione è stata organizzata da Christophe, un suo ex-compagno di lavoro, un operaio che era stato licenziato insieme a lui, ne sono sconvolti, poi capiscono che l'uomo è stato costretto a rapinare per necessità.

USCITA CINEMA: 02/12/2011
GENERE: Drammatico
REGIA: Robert Guédiguian
SCENEGGIATURA: Robert Guédiguian, Jean-Louis Milesi
ATTORI: Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Grégoire Leprince-Ringuet, Maryline Canto, Anaïs Demoustier, Adrien Jolivet Ruoli ed Interpreti
FOTOGRAFIA: Pierre Milon
MONTAGGIO: Bernard Sasia
PRODUZIONE: Agat Films & Cie, Ex Nihilo, France 3 Cinéma
DISTRIBUZIONE: Sacher Distribuzione
PAESE: Francia 2011
DURATA: 107 Min
FORMATO: Colore
NOTE: Presentato al Festival di Cannes 2011 nella sezione Un Certain Regard.

sabato 23 febbraio

La guerra è dichiarata

Trama del film "La guerra è dichiarata"
Dopo essersi conosciuti e innamorati, Romeo e Juliette vanno a vivere insieme e hanno un bambino. Il piccolo, tuttavia, ha qualcosa che non va: a 18 mesi, i due scopriranno che il loro bambino ha un tumore al cervello. Il calvario della sua malattia, nonostante tutto, si trasformerà in un irrefrenabile inno alla vita.

Perché vederlo:

Un durissimo dramma francese incentrato su una giovane coppia che si ritrova a lottare contro la malattia del loro bambino, al quale viene diagnosticato un tumore al cervello.

sabato 9 marzo

Uomini di Dio

Trama del film "Uomini di Dio"
Un monastero in mezzo alle montagne aglerine negli anni 1990... Otto monaci cristiani francesi vivono in perfetta armonia con i loro fratelli musulmani. Progressivamente la situazione cambia. La violenza e il terrore integralista si propapagano nella regione. Nonostante l'incombente minaccia che li circonda, i monaci decidono di restare al loro posto, costi quel che costi.

USCITA CINEMA: 22/10/2010
GENERE: Drammatico
REGIA: Xavier Beauvois
SCENEGGIATURA: Etienne Comar, Xavier Beauvois
ATTORI: Lambert Wilson, Michael Lonsdale, Olivier Rabourdin, Sabrina Ouazani, Philippe Laudenbach, Jacques Herlin, Xavier Maly, Jean-Marie Frin, Abdelhafid Metalsi, Olivier Perrier, Adel Bencherif Ruoli ed Interpreti
FOTOGRAFIA: Caroline Champetier
DISTRIBUZIONE: Lucky Red
PAESE: Francia 2010
DURATA: 120 Min
FORMATO: Colore
NOTE: In concorso al Festival di Cannes 2010

Get in Touch...