La cattiva scuola. Pensieri sparsi dal blog Apprendere (con e senza le tecnologie) di Gianni Marconato

Qui sono aggregati alcuni miei post in tema di scuola e dei suoi mutamenti genetici. La mia convinzione è che anche la scuola (non solo italiana) stia subendo una deriva culturale neoliberista: meno regole, meno diritti, catena di decisione, comando e controllo corta, meno democrazia. Meno investimenti pubblici e apertura all'investimento privato.  La scuola sta perdendo la sua vocazione di promozione della libertà e della crescita individuale per assumere sempre più il ruolo di omologazione culturale all'economia, alla finanza, al potere.

Perché la scuola non è e non può essere un’organizzazione verticale?

Perché l’insegnamento è una pratica sovversiva? Ovvero, la libertà dell’insegnante

Perché la scuola pubblica sta subendo una mutazione genetica?

Si può contrastare la mutazione genetica della scuola?

Perché il liceo classico scomparirà? Ovvero, perché la scuola sarà sempre più un’azienda?

Le scie chimiche le disperde l’INVALSI?

Perché non è Renzi che sta distruggendo la scuola pubblica?

Prospettive per la scuola

Insegnare è aiutare le persone a emanciparsi o a favorirne l’ubbidienza?

Quale è lo spazio dell’insegnamento nella società del pensiero unico?

Come si costruisce una buona scuola?

Comment Stream