f.lux sul tuo schermo la luce dall’alba al tramonto

Una forte luce in un ambiente buio può creare bagliore. I nuovi schermi LCD hanno sicuramente migliorato la situazione ma il monitor del vostro computer può comunque mettere a dura prova la vista affaticando gli occhi. A lungo andare, potrebbe anche portare a probabiliconseguenze permanenti sulla qualità della nostra vista.

Di solito quando si nota un certo bruciore agli occhi, un leggero mal di testa o fastidi vari ci si precipita a modificare le impostazioni del PC aumentando la frequenza di aggiornamento o diminuendo la risoluzione dello schermo in modo che tutto compaia più fluido e grande da non caricare troppo gli occhi.
Inoltre vanno considerati altri fattori, come la luce diretta del sole, di riflesso oppure dal riflesso provocato dalle scrivanie bianche. Anche questi fattori possono causare effetti indesiderati ai nostri occhi per questo motivo è necessario fare attenzione non solo allo schermo troppo luminoso che abbaglia ma anche anche all’ambiente che ci circonda.
Elenco dei principali metodi utilizzati per ridurre l’affaticamento visivo:

  1. Diminuzione della risoluzione e aumento della frequenza di aggiornamento dello schermo del PC.
  2. Rotella del mouse e CTRL, per ingrandire immagini e testi all’occorrenza.
  3. Pause, staccare gli occhi dal monitor per qualche minuto.
  4. Retroilluminazione del monitor.
  5. Diminuzione della luminosità.

Molti, sono soliti impostare la luminosità al massimo, in modo da non dover fare altre modifiche ed avere una buona visibilità dei contenuti in qualsiasi situazione. Questa pratica può essere comoda, tuttavia non preserva in alcun modo la vista.
Un aiuto a questo problema, ci viene offerto anche da f.lux, una fantastica e utilissimaapplicazione in grado di regolare la luminosità dello schermo del vostro PC in base alla luce ambientale ed alleviare così l’affaticamento dei vostri occhi. Semplice e leggero f.lux è un software che non solo è in grado di prendere il controllo della luminosità del nostro monitor in base all’orario, ma anche di regolare la temperatura del colore rendendo la luce più naturale econfortevole per gli occhi.

Impostando il tipo di illuminazione e la località in cui si vive, f.lux provvederà in tutto il resto,automaticamente. Oltre alla modalità automatica è possibile settare i parametri a proprio piacimento.

Può essere molto utile soprattutto a quelle persone che per lavoro o per altri motivitrascorrono la maggior parte del proprio tempo davanti al computer. È possibile disabilitarloper un’ora nel caso in cui fate un lavoro in cui non potete permettervi di vedere colori differenti da quelli reali.
Le colorazioni del monitor anche se possono risultare incompatibili con coloro che svolgono un lavoro di progettazione o di grafica basato essenzialmente sulle tonalità di colori, risultano avere un effetto benefico e rilassante per i nostri occhi infatti per questo il suo uso èconsigliato ogni qualvolta sia possibile.

Quindi f.lux cambia il colore del display del computer in base al momento della giornata diventando più calda e morbida con il passare delle ore e l’avvicinarsi dell’oscuritàproprio come avviene durante l’arco della giornata con l’alba e il tramonto.

f.lux è completamente gratuito, occupa pochissimo spazio ed è disponibile non solo per Windows ma anche per altre piattaforme come Mac, Linux, iPhone e iPad.
Inoltre va aggiunto che gli sviluppatori di f.lux teorizzano che ridurre l’esposizione a ‘luci blu’che è la temperatura del colore standard per uno schermo di computer, può migliorare la capacità di dormire.
Più nello specifico, la teoria sembra proprio interessante in quanto è noto che la luce blu può avanzare o ritardare il ritmo sonno-veglia. La luce blu stimola la produzione di melanopsinache è una proteina prodotta all’interno della retina (la parte posteriore dell’occhio) cheinfluisce sul sonno e quindi altera il ciclo giornaliero detto ritmo circadiano.
Questo programma invece si comporta come un ritmo circadiano fisiologico e cioè di sonno-veglia , avendo un picco nelle ore centrali della giornata ed un progressivo declino verso lasera. Questo fa si che non altera il ritmo circadiano di chi vi lavora, consentendo la fisiologica alternanza sonno-veglia.
Quindi se utilizzate il computer di notte, il consiglio è di provarlo, sicuramente lo apprezzerete, sempre che non stiate utilizzando uno dei nuovi Mac capace di regolare la luminosità dello schermo in base alle condizioni di luce della stanza tramite un sensore posizionato nella parte superiore del monitor.

Link | F.lux