LA CIVILTÀ CRETESE

l’isola di Creta sorge al centro del Mar Mediterraneo. Si trova, inoltre, a poca distanza dalle coste della Grecia,dell’Egitto, dell’Asia Minore, della Fenicia e della Palestina.Creta è un’isola soprattutto montuosa e un tempo era ricca di legname.Con il legno i Cretesi costruivano navi per viaggiare nel Mediterraneo e fare scambi commerciali con molti popoli. Più a nord di Creta c’è la penisola del Peloponneso, cioè la parte meridionale della Grecia. Qui si stabilirono le tribù micenee, che hanno costruito molte città.Micene era la più importante.

La civiltà cretese (o minoica) si è sviluppata a partiredal 2800 a.C..In quel periodo infatti gli abitanti dell’isola avevanoincominciato ad arricchirsi con il commercio marittimo.Tra il 2000 a.C. e il 1450 a.C. la civiltà cretese ha raggiunto il massimo splendore.La sua flotta di navi dominava il Mediterraneo.Nel 1450 a.C. la civiltà cretese è scomparsa all’improvviso.I Micenei, che arrivavano da nord, in breve tempo diventarono i dominatori deimari. Anche i Micenei erano diventati abilissimi commercianti.Il regno miceneo è durato fino al 1100 a.C. circa.In quel periodo sono arrivati altri popoli che provenivano dal nord della Grecia.

Il commercioLa vita dei Cretesi era basata sul commercio viamare.Per diversi secoli i Cretesi ebbero molti scambicommerciali con i centri abitati del Mediterraneo edella Mesopotamia:● trasportavano e vendevano le merci che producevano:cioè le ceramiche, i gioielli, le armi, l’olio, ilvino e i tessuti di lana;● acquistavano le materie prime come lo stagno, ilpiombo o il rame, l’avorio e i metalli preziosi.La scritturaI Cretesi hanno usato due tipi di scrittura.Il primo tipo era una scrittura geroglifica, cioè fattada disegni come la scrittura egizia; il secondo tipoera fatta da segni che rappresentavano, probabilmente,delle sillabe. Era più semplice della scritturageroglifica. Questa scrittura è chiamata anche Lineare A. Le divinità I Cretesi erano politeisti, cioè credevano in molte divinità; la divinità principale era la dea madre che,secondo i Cretesi, rendeva fertile la terra.I Cretesi andavano a pregare e a fare offerte in grottenaturali o in terreni pianeggianti dove c’era unalbero che per i Cretesi era sacro. L’albero sacro eradedicato alla divinità. Per pregare usavano anchealcune stanze nei palazzi delle città.

Comment Stream