Cappella de' Pazzi

1443-1461

La prima immagine illustra l'esterno della Cappella de' Pazzi, realizzata da Brunelleschi ed è situata all'interno del chiostro della Basilica di Santa Croce. Essa venne commissionata all'architetto da Andrea de' Pazzi, esponente di una delle più ricche e famose famiglie di Firenze. La facciata, non conclusa, è divisa in due parti: quella superiore è composta da una parete scandita in riquadri da lesene e al centro presenta un arco a tutto sesto, mentre la fascia inferiore è costituita da un porticato di colonne corinzie trabeate di pietra serena, che ricorda la struttura degli archi di trionfo romani. Sia l'esterno sia l'interno della cappella esprimono la grande eleganza e sobrietà di Brunelleschi, sebbene egli avesse stabilito solo i tratti fondamentali della costruzione. L'interno della chiesa è ben visibile nella seconda fotografia e da essa emerge una predilezione per la linea curva, anch'essa molto sobria ed essenziale. Le due ali laterali sono coperta da una volta a botte. La cupola a ombrello è alleggerita da sottili costoloni e, grazie alla lanterna e agli oculi disposti sul tamburo è inondata dalla luce. Brunelleschi, come in San Lorenzo, realizza con pietra grigia tutte le strutture portanti e di bianco le strutture portate. La cupoletta interna, presente nella terza immagine, spicca per i suoi colori brillanti e la complessa decorazione ad opera di Luca della Robbia.