Mondello...

Your Headline

Nei due secoli di dominazione araba, Mondello era conosciuta con il nome di Marsa 'at Tin (in italiano Porto del Fango, per le caratteristiche acquitrinose di una buona parte del terreno). Nell'estremo lembo settentrionale del golfo venne creato un piccolo villaggio di pescatori, di cui ci rimangono ancora alcune testimonianze storiche: nella piazza centrale è ancora presente infatti il porto di Mondello e le due antiche torri (situate rispettivamente nella piazza del paese e in una zona ubicata più a nord, dove oggi sorge il centro denominato appunto "La Torre"), che nel quattrocento divennero delle torri di guardia del “Fico d’India”, assumendo un ruolo centrale per il sistema di avviso delle Torri costiere della Sicilia.

Lo storico Michele Amari nella sua opera Storia dei Musulmani in Sicilia riferisce, sulla base di una cronaca dell'epoca, che dopo la presa islamica di Palermo (831) proprio nella zona di Mondello sarebbero approdate dieci navi bizantine con l'intento -poi vanificatosi- di riconquistare la città.

Mondello (in siciliano Munneddu) è una frazione e località turistica di Palermo, racchiusa da Monte Pellegrino e Monte Gallo. Distaccata dalla città dal Parco della Favorita, è raggiungibile per mezzo dei tanti viali reali alberati o tramite collegamenti secondari.

La zona è rinomata per la spiaggia, che rappresenta uno dei lidi più ambiti della Sicilia, per le sue numerose ville in stile Liberty, note come migliore espressione dell'Art Nouveau in Italia, e per i siti di interesse storico. È sede del World Festival on the Beach.

Mondello è caratterizzata da un golfo sabbioso dai colori tropicali che va da Monte Pellegrino a Monte Gallo, con un litorale di sabbia bianca finissima lungo al giorno d'oggi poco più di 1,5 chilometri.

Il paesaggio è influenzato dalla Riserva naturale orientata di Capo Gallo e dalla riserva di Monte Pellegrino, definito da Johann Wolfgang von Goethe "il promontorio più bello del mondo".

È presente anche una delle più belle gallerie di ficus benjamina della città di Palermo. La galleria si trova nel viale degli Iris, nel tratto compreso tra il viale Principe di Scalea ed il viale del Pioppi

Mondello gode di un clima tipicamente mediterraneo. Le estati sono calde e con piogge scarse, ma con indici di umidità non elevati. Grazie alle continue brezze mediterranee e tirreniche, le giornate sono spesso ventilate: l'unica eccezione è rappresentata dalle settimane in cui soffia lo Scirocco, che porta le temperature a valori decisamente alti, innalzando anche il livello di umidità. La maggior parte delle precipitazioni sono concentrate nei primi giorni di settembre, mentre nel resto dell'autunno continuano a susseguirsi giornate soleggiate e dalle temperature decisamente gradevoli.

Gli inverni risultano generalmente miti, ma nonostante l'influenza mediterranea, negli ultimi anni durante i mesi invernali le temperature possono arrivare ai 5° circa per parecchie settimane.

Molto raramente la spiaggia di Mondello (così come gli altri comuni tirrenici della Sicilia) può essere imbiancate da un sottile quanto suggestivo strato di neve. L'ultima nevicata è stata quella dell'inverno del 1999 quando tra il 30 gennaio e il 1º febbraio la zona fu coperta più volte dalla neve[3][4].

Le primavere sono tiepide (tranne a marzo e, a volte, i primi di aprile quando ancora possono arrivare bordate fredde dai Balcani) e normalmente già dalla la seconda metà di aprile e l'inizio di maggio le temperature si mantengono su valori alti.

In world Festival on the Beach

Dal 1985 Mondello è sede del Windsurf World Festival, ribattezzato nel 2001 World Festival on the Beach, l'evento che raggruppa annualmente varie manifestazioni di sport (windsurf, vela, kite, beach volley etc.), e spettacoli musicali che, per la loro connotazione internazionale, trasformano la località in un villaggio di straordinario interesse.

Il programma sportivo prevede principalmente gare di vela e windsurf per quattro classi, tra cui la ormai celebre Windsurfer Legend Race, una competizione su percorso a slalom riservata ai campioni continentali e mondiali, i due Campionati Europei (rispettivamente l'Open Tecno 293 e l' Open RS:X) e la regata regionale Windsurf Sicily Grand Prix. Durante la settimana si tengono anche incontri a livello nazionale di scherma, surf da onda, beach volley, kayak, nuoto e corsa. Una notevole importanza è dedicata anche alle esibizioni di Kitesurfing, Wakeboard, Air Show (con la Pattuglia Blu Circe), Idrovolanti ed alle coreografie degli aquiloni. Nelle ultime edizioni è stato istituito un raduno per il SUP (Stand Up Paddle), uno sport emergente a livello globale praticato soprattutto nelle Isole Hawaii.

Un ruolo centrale è dato anche alle attività artistiche e culturali: sono numerosi infatti i concerti e contest fotografici, che si susseguono durante la settimana. Dal 2004 viene organizzato un concerto di musica classica su un auditorium in riva al mare, denominato "Sinfonia on the Beach".

Grazie alla collaborazione con il CETRI (Centro Europeo di Terza Rivoluzione Industriale), durante il festival vengono sostenute le ricerche per risorse energetiche pulite ed è stata inserita un'area tematica per sensibilizzare i giovani sulle questioni legate all'ambiente e alle energie rinnovabili. Lo slogan è "Più sport.. Più musica.. Più energia per un mondo migliore.

Comment Stream