Dal centro storico al colle di Belvedere

La nostra città: Città di Castello

Il Campanile Cilindrico

Un pomeriggio da turisti tra i luoghi noti e meno noti della città tifernate

Il Campanile Cilindrico è situato presso il Duomo di Città di Castello, dedicato ai Santi Florido e Amanzio e insieme alla Torre Civica, domina il panorama tifernate. Il monumento costituisce i rari esempi di struttura cilindrica che lo rende particolare, caratteristico e assolutamente inconfondibile. Ha un'altezza di m.43,50 ed una circonferenza esterna di m.7; termina con un formato conico, tipico delle architetture ravennati, nel cui spazio è posizionata la cella campanaria. Il più remoto riferimento alla torre lo fece il vescovo della famiglia Vitelli, Giovanni Muzi: nel 1283 il comune destinò una certa somma per contribuire alla costruzione dell'opera già in cantiere. La torre, completata intorno alla metà del XIV secolo, fu costruita con vari strati che indicano le diverse fasi di realizzazione: nella parte bassa con blocchetti di pietra squadrata (conci), poi con pietra arenaria toscana e in cima è stata sistemata una sfera laminata in oro zecchino. Alcune ricerche condotte dallo studioso Mario Salmi lo datano al XI secolo riscontrando nei metodi costruttivi che in "tempo romanico" giungono all'arentino, tipici dell'arte bizantina-ravennate. A piano terra dove in origine era l'ingresso, oggi in parte celato dalla costruzione dell'adiacente Basilica, è ubicata la sacrestia. L'accesso attuale si trova a livello superiore e si raggiunge tramite una scala a chiocciola in pietra ricavata nello spessore delle murature di un fianco della Cattedrale. Proseguendo attraverso un piccolo ballatoio realizzato su arco in mattoni, si raggiunge la sommità tramite sistemi di scale e pianerottoli di sosta ricostruiti in legno di castagno. Nella cuspide è stata reinstallata la sfera di metallo ricoperta di lamine di oro zecchino in sostituzione della precedente deteriorata dal tempo, al cui interno è stata collocata una pergamena a ricordo dei lavori di ristrutturazione e consolidamento effettuati.

Il Santuario della Madonna di Belvedere

Il Santuario, in cui si venera un'antichissima immagine della Madonna, si trova a circa 5 chilometri da Città di Castello. La chiesa sul colle di Caprano, oggi chiamato Belvedere, fu costruita in stile barocco negli anni 1669-84 su progetto di Antonio Gabrielli e Nicola Barbioni. Presenta una pianta ottagonale con quattro brevi bracci, coperta da cupola. Dinanzi all'ingresso si erge un portico semicircolare; varcata la porta si può ammirare la preziosa bussola realizzata da un valente artigiano nel 1883. Tra le opere più importanti conservate all'interno del Santuario si ricorda il Martirio di S.Vincenzo, dipinto da Giovanni Ventura Borghesi, collocato nella cappella laterale destra dedicata al santo. Infondo alla chiesa domina l'altare maggiore al cui interno è collocata l' immagine della Vergine Maria. Grazie ai tifernati e ai pellegrini è stata possibile la sua costruzione; tra i pellegrini di eccezione c'è da ricordare Santa Veronica Giuliani che nel diario annota la sua devota visita della Madonna di Belvedere avvenuta nel luglio 1677. Il Santuario visse momenti difficili con il terremoto del 1789 che provocò la caduta della cupola e con il passaggio dei soldati francesi (1798) che misero a soqquadro tutto, rubando le due corone d'oro ed altri oggetti preziosi. Nel 1996, fu affidato dal vescovo Tommaso Pellegrino Ronchi ai cappuccini della Provincia umbra permettendo di realizzare il loro antico desiderio di servizio e di amore alla Madonna di Belvedere come testimoniano le fonti.

Altri luoghi noti a Città di Castello

Questi che abbiamo scelto, sono i luoghi che ci hanno attirato maggiormente: il Campanile Cilindrico, è una delle più importanti e conosciute mete turistiche essendo appunto situato nel centro storico; mentre il Santuario della Madonna di Belvedere, non trovandosi all'interno delle mura tifernate, è soprattutto conosciuto da pellegrini e religiosi. Girovagando per Città di Castello, abbiamo notato altri luoghi altrettanto significativi tra cui la Pinacoteca, il Duomo e la Torre Civica.

Fine del reportage.

Documentazione dell'esperienza

Il gruppo, formato da Caterina, Elisa, Federica e Francesca si è incontrato in totale 2 volte:

-Sabato 14 dalle ore 15.00 alle ore 18.30 (incontro preliminare I)

-Lunedì 16 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 (incontro preliminare II)

-Sabato 14 dalle ore 15.00 alle ore 18.30 REPORTAGE (foto e visita nei luoghi tifernati)

-Lunedì 16 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 (incontro per sistemazione materiali)

-Caterina si è occupata delle fotografie, assicurandosi della loro nitidezza e della messa online.

-Elisa si è occupata della ricerca del materiale e della scrittura dei testi riguardo i luoghi scelti dal gruppo .

-Francesca e Federica hanno contribuito a dettare le informazioni.

Documentazione tecnica

Per il reportage sono stati utilizzati i seguenti strumenti:

-Macchina Fotografica Nikon D3200 AF-S DX NIKKOR 18-55mm f/3.5-5.6G VR II

-Smartphone IPhone 5s Apple

-Smartphone IPhone 4s Apple

-Computer Portatile SONY PGC-81112M

Documentazione fotografica dell'esperienza

Comment Stream

2 years ago
0

Il lavoro è svolto decisamente bene considerato che è una prima esperienza. La parte inziale è forse sin troppo legata ad informazioni tecniche e storiche non sempre semplici da fruire. Lo stacco tra il primo e il secondo monumento è molto netto, sarebbe stato opportuno un raccordo migliore. In generale il reportage ha un taglio “da guida turistica” quindi poco personale. La documentazione fotografica è interessante (specie la foto “inclinata” della torre civica!). Il riferimento finale ad altri luoghi che avete “notato” (prima non li avevate mai visti?!) è relativamente fuori posto poiché suscita, senza appagarla, la curiosità del lettore. Molto precisa e dettagliata la documentazione finale, brave!
**Valutazione finale**
Correttezza formale: 3/5
Originalità del taglio: 3/5
Accuratezza materiale multimediale: 4/5
Esattezza documentazione e rispetto consegne: 4/5
Totale 14/20 (7)