La solidarietà parte da noi

Contribuendo alla raccolta fondi delle associazioni

Fiere di San Florido, tra bancarelle e beneficenza

Le Fiere di San Florido sono un evento annuale che si svolge nel centro di Città di Castello in concomitanza con la festa del Santo Patrono e che, oltre ad essere motivo di svago e occasione di coinvolgimento familiare, mettono in evidenza l'impegno sociale di organizzazioni a scopo benefico nella Valtiberina.

Alcune di queste, infatti, hanno colto l'opportunità per sensibilizzare il pubblico riguardo problematiche sociali che spesso vengono sottovalutate, come per esempio quelle riguardanti i più disagiati, gli anziani e i giovanissimi.

Sfidando l'insistente pioggia del fine settimana e munendoci di attrezzature utili, seppur comuni, anche noi abbiamo deciso di parteciparvi in una maniera diversa dal solito: ci siamo cimentate in pericolosissime pesche, interviste stravaganti e servizi fotografici improponibili.

Simbolo dell'oratorio Don Bosco

Oratorio Don Giovanni Bosco

Pesca di beneficenza dell'Oratorio Don Bosco

Abbiamo attraversato l'intero centro storico della città, sperando di imbatterci in una qualche organizzazione dedita alla solidarietà, e tra le varie bancarelle abbiamo finalmente scorto Cristina, custode dell'oratorio Don Bosco, che gentilmente ci ha concesso una breve intervista.


La palestra delle emozioni

Poco più avanti abbiamo notato un'altra pesca di beneficenza, a sostegno dell'associazione "La palestra delle emozioni", che offre un supporto psicologico alle persone in difficoltà emotiva, familiare e ambientale.


La Casa dei Girasoli

Manifesto dell'associazione

"E’ una casa famiglia che ospita gli anziani, offrendo un servizio sia residenziale che diurno." ci spiega una volontaria dell'associazione.

"L'idea è nata nel 1982 sotto il nome di "Genitori Oggi", con il diverso intento di agevolare la risoluzione di problemi legati al nucleo familiare. Da qui alcuni volontari hanno deciso di estendere il servizio anche agli anziani,che sono spesso soli,trascurati dai figli o determinati a non gravare su di essi, fondando nel 2001 "La Casa dei Girasoli"".

L'intero ricavato della pesca di beneficenza organizzata dall'associazione, sarà devoluto alla manutenzione della struttura e alle piccole necessità.

Intervista alla volontaria della "Casa dei girasoli


Canile di Città di Castello

Insieme alle volontarie del canile

Un' organizzazione che ci ha particolarmente colpite è stato il canile comprensoriale di Città di Castello, che fa parte dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali, fondato da Garibaldi nel 1871).

Il suo scopo è quello di aiutare animali randagi e abbandonati, curandoli nell'attesa di trovare una sistemazione adeguata.

La sezione Altotevere, è gestita per lo più da giovani volontari impegnati ad esempio nella raccolta fondi destinati al fabbisogno dei cani ospitati, che sono all'incirca 300, e che molto spesso necessitano di cure specifiche.

Purtroppo la volontaria ci conferma che negli ultimi tempi gli abbandoni sono superiori alle adozioni, creando difficoltà da un punto di vista ambientale ma anche umanitario.

Due gattini in cerca di una famiglia

BACKSTAGE

Pausa di riflessione
Work in progress..

Materiale utilizzato

-Samsung Galaxy S2

-Iphone 5c

-Fotocamera Canon Ixus 125 HS

-Computer iMac di Apple

Altre informazioni

-Sabato 15 Novembre, SOPRALLUOGO dalle ore 16:00 alle ore 19:30

-Mercoledì 19 Novembre, REDAZIONE REPORTAGE dalle 14:00 alle 17:30

Brindiamo con lo spumante vinto in una delle pesche! Serena,Diana,Elisa e Alice

Comment Stream