Le nuove frontiere etiche della didattica mediaeducativa:
insegnare Geostoria e Italiano in una Tablet Classroom

Abstract

Ad oggi il senso comune appare ancora individuare nel fait accompli dei tablet in classe da una parte un’innovazione importante, in certa misura ineludibile, dall’altra un potenziale rischio, un salto in avanti forse poi non così indispensabile, perché in fondo i buoni vecchi metodi di una volta…
Partendo da una serie di esperienze didattiche svolte in una una cl@sse 2.0 dotata di iPad in setting 1:1, e parallelamente in altre classi “di controllo” senza iPad, il contributo aspira a offrire un originale apporto di riflessioni metadidattiche sulle seguenti domande essenziali:

  1. che cosa cambia di necessità e che cosa cambia per scelta una volta introdotti i tablet in classe?
  2. come si ristruttura l’ethos del docente professionista «morale» (Damiano 2007) capovolgendo la didassi tramite le TIC?
  3. quando, come e perché tablet e nuovi media diventano “etici”, cioè strutture di bene?
  4. quali nuove «pratiche di giustizia» (Perrenoud 2002) deve mettere a punto il docente mediaeducatore? Come va ri-concettualizzata e ri-operativizzata la valutazione degli apprendimenti?
  5. se è vero che «il tablet non basta» (Radaelli 2013), che cosa viene prima e dopo i nuovi devices? La competenza, come costrutto teorico-pratico, è un orizzonte di senso adeguato e congruente per la New Media Education?

La tesi centrale del contributo è che l’introduzione dei tablet in classe è una sfida altamente impegnativa, ma formativa sia per il docente sia per gli studenti, perché stimola lo sviluppo, passo dopo passo, di una vera cultura dell’innovazione, non però in modo automatico, ma solamente a condizione che il docente, in quanto «pensatore di sistema radicato nella pratica della sua professione» (Fullan 2006), sia in grado di attivare dinamismi di continua messa in discussione del proprio ruolo e del proprio operato.

Presentazione

Il file della presentazione è scaricabile a questo link.

Alberoventi

Molto materiale da me predisposto per diversi workshop formativi con insegnati di scuole di ogni ordine e grado ho avuto modo di condividerlo sul sito di Alberoventi, il progetto di ricerca universitario della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Torino, in un'apposita pagina.

Laboratorio di progettazione didattica presso il Ce.Se.Di.

Nel 2014 ho iniziato un laboratorio di progettazione didattica La classe del futuro presso il Centro Servizi Didattici dell'Area Metropolitana di Torino.

Corsi sulle competenze digitali per docenti

Nel mese di marzo 2015 ho tenuto tre corsi sulle competenze digitali dei docenti presso l'I.T.I.S. «Pininfarina» di Moncalieri (TO). I materiali utilizzati sono disponibili sulla piattaforma Schoology.
Il codice di accesso ai corsi è: W3VDM-D3XHH.

Prodotti neomediali degli studenti

Eventuali richieste al relatore