Alla scoperta di Paperopoli...

Partite con me per un entusiasmante viaggio nella Città dei Paperi!

Mappa di Paperopoli

Il territorio

La città di Paperopoli si affaccia sulle rive dell'Oceano Pacifico e sorge su un tratto di costa molto frastagliato, proprio alla foce del fiume *GIUSEPPINO*. A nord della città si trova il promontorio detto *GIANNETTO*, mentre a Sud i modesti rilievi della *MARIETTA*. Poco lontano dalla città, a Nord Ovest, si innalzano le Montagne Rocciose. La zona è ricca di acque: oltre al fiume *GIANNETTO* nel circondario scorrono corsi d'acqua minori e sono presenti anche diversi laghi, il maggiore dei quali, il *QUAQUAQUA* è meta di turisti per le attività balneari organizzate sulle sue rive.

La baia di Paperopoli

Gli abitanti

Come è noto gli abitanti di Paperopoli sono in maggioranza di etnia papera e il nome della città fa riferimento proprio a questo. Non mancano, tuttavia, le galline: ricordiamo ad esempio il grande scienziato locale Archimede Pitagorico.

Attività economiche

La percentuale di occupati per settore

I paperopolesi si dividono nei tre settori abbastanza equamente: un terzo lavora nel primario, un terzo nel secondario e il restante 34% è occupato nel terziario.

L'elemento certamente più rilevante se si parla di economia è la presenza di un duopolio, cioè di due grandi imprese che controllano la vita economica della città: la più famosa è quella del grande magnate Paperon de' Paperoni, l'altra quella del suo rivale Rockerduck.

Paperone e Rockerduck in un recente scontro pubblico

Cenni storici

Secondo un'antica tradizione, la nascita della città di Paperopoli si deve a Francis Drake, un pirata al soldo della regina Elisabetta I d'Inghilterra, che nel 1579 fondò un forte sulla baia. Nel 1818 Cornelius Coot, un colono, ottenne il forte e lo ribattezzò Papropoli. Nel Novecento anche grazie all'impulso economico del magnate de' Paperoni, Paperopoli si è trasformata da borgo agricolo in città industriale. Oggi Paperopoli è una metropoli all'avanguardia (conta 1.316.000 abitanti).

Cosa visitare?

A chi vuole visitare la città suggerisco di partire dal colle su cui sorge il famoso Deposito di Paperone, per poi scendere fino al Municipio, davanti al quale sorge la statua di Cornelius Coot. Nei pressi del Municipio si trova anche l'interessante Biblioteca Comunale.

Statua di Cornelius col Deposito sullo sfondo

Chi invece preferisce andare alla ricerca dei VIP della città può visitare la scuola media frequentata da Qui, Quo e Qua, il Club dei miliardari frequentato da Paperone e Rockerduck e, lasciando la città per una piacevole scampagnata, arrivare fino alla fattoria di Nonna Papera. Con un pizzico di fortuna, Paperopoli è la città ideale per un selfie col VIP (Very Important Papero).

Se invece amate le emozioni forti avventuratevi alla ricerca della Tana della Banda Bassotti.

Fattoria di Nonna Papera: chiedete di assaggiare le sue famose torte!

Informazioni utili

A Paperopoli la lingua ufficiale è l'inglese. La moneta è il Paperdollaro. Il clima è spesso caldo e soleggiato nel periodo estivo, mentre in inverno si alternano giornate serene a frequenti piogge e anche abbondanti nevicate. Il momento ideale per visitare la città è la primavera.

Comment Stream